Tag Archivio per: eredità fratelli

Pagine

Se una persona decede lasciando fratelli e sorelle, a che va l’eredità?

L’eredità viene suddidivisa in parti uguali tra i fratelli e le sorelle rimasti

Se la persona che decede non è sposato e non ha figli e nell’asse ereditario sono  presenti uno o più fratelli  a loro  è  destinata in parti uguali  l’intera eredità. Tuttavia i fratelli unilaterali hanno diritto solo alla metà della quota che spetta ai fratelli germani.

In caso di successione testamentaria, invece il testatore può disporre liberamente dell’intero proprio patrimonio non essendo i fratelli eredi legittimari  e potendo  ben  devolvere l’eredità  a qualsiasi altra persona,  senza pregiudicare alcun loro  diritto.

Per prenotare un  appuntamento  e sottoporre la vostra questione potete contattare l’Avvocato Gianluca Sposato, patrocinante in  Cassazione ed esperto in diritto ereditario  e materia testamentaria

Se una persona muore e lascia coniuge, fratelli e sorelle a chi va l’eredità?

I 2/3 dell’eredità vanno al coniuge e 1/3 ai fratelli (se ci sono anche genitori a loro è riservata la quota di 1/4)

Nell’ipotesi  di  una coppia sposata dal cui matrimonio non  siano nati figli legittimi, ovvero se  i coniugi non hanno avuto  figli  nati  da un precedente matrimonio, figli naturali, o riconosciuti  anche con  accertamento giudiziale all’esito  del  test  del  DNA, e  dunque  l’asse ereditario è composto solo dal  coniuge e da fratelli  della persona deceduta,  questi  sono gli  eredi  legittimi a cui  è  devoluta l’eredità,  in  assenza di  testamento.

L’articolo 582 del codice civile dispone, infatti, che in mancanza di testamento 2/3 dell’eredità vadano  al  coniuge ed 1/3 ai  fratelli.

È questo uno di  quei casi in cui i fratelli possono essere maggiormente danneggiati dalla volontà del  testatore che può  addirittura estromettere i fratelli,  i quali essendo  collaterali  e non  ascendenti,  non  rientrano  nella categoria dei  legittimari.

Per prenotare un  appuntamento  e sottoporre la vostra questione potete contattare l’Avvocato Gianluca Sposato, patrocinante in  Cassazione ed esperto in diritto ereditario  e materia testamentaria