Impugnazione del testamento

Impugnazione del testamento

L‘impugnazione del testamento può  proporsi in caso di violazione dei diritti dei legittimari,  ovvero degli stretti congiunti del defunto a cui la legge riconosce una quota fissa del patrimonio ereditario che è  composto  dal relictum oltre che da quanto  donato in  vita,  tenuto  conto  anche di  eventuali  debiti ereditari.

Testamento olografo e testamento per atto pubblico

Il  testamento olografo,  a differenza di  quello  pubblico,  può  dare luogo  a dubbi interpretativi  circa la sua originalità e validità.

Può capitare, infatti,  di ritrovarsi in mano il testamento redatto da un proprio congiunto, o amico: questo tipo di documenti non è spesso esenti da vizi formali,  o da violazioni dei diritti di legittima,  senza trascurare i casi  più  gravi  e complessi  di  testamento falso, in  cui sarà  necessario intraprendere tutte le opportune azioni,  anche in ordine dell’indegnità a succedere del beneficiario responsabile, mediante riscontro  di una perizia calligrafica.

Disposizioni testamentarie nulle e annullabili

E’ compito  dell’avvocato mettere a disposizione del  cliente la propria competenza al fine di valutare eventuali vizi formali, o sostanziali,  oppure la presenza di disposizioni testamentarie nulle, o annullabili al  fine di  dirimere contrasti, mediante il raggiungimento  di accordi  che tutelino  e garantiscano le parti, senza dovere affrontare tempi  e costi di una causa  ereditaria.

Cause di  annullamento  del testamento

Il testamento, oltre che per vizi  di  forma, a norma dell’ articolo 591 del codice civile,  può  essere annullato  anche per vizi della capacità a disporre del  testatore oppure,  in base a quanto  disposto  dall’ articolo 624 del codice civile, per vizi della volontà del testatore in riferimento alle singole disposizioni testamentarie.

Vi  sono, poi,  casi di  incapacità a ricevere per testamento in  cui, in  applicazione degli articoli da 592 a 599 del codice civile,  occorrerà intraprendere azioni  per ottenere declaratoria di nullità delle relative disposizioni.

Per prenotare un appuntamento con l’Avv. Gianluca Sposato, esperto in diritto ereditario a Roma e  valutare le possibilità di impugnare un testamento chiamare il numero 06.3217639, o richiedere una consulenza online