Successione legittima e diritti dei legittimari

Nella successione a causa di morte si distingue tra successione testamentaria, quando vi è un testamento olografo, pubblico, o segreto; successione necessaria  che riguarda i congiunti del de cuius,  coniuge e figli,   necessariamente chiamati all’eredità e successione legittima,  che disciplina il passaggio del patrimonio ereditario del defunto agli eredi legittimi, in assenza di testamento, secondo le disposizioni  di legge.  

Le disposizioni testamentarie non possono, ai  sensi  dell’articolo 457  del  codice civile,  pregiudicare i diritti che la legge riserva agli  eredi legittimari,  ovvero  a quella particolare categoria di  eredi che hanno  diritto alla legittima, cioè ad una quota del patrimonio del  defunto: il coniuge, i figli ed in loro assenza i genitori, non potendo  disporre il testatore per intero  del proprio patrimonio, ma essendo prevista dalla legge una  quota di riserva, ovvero una quota di eredità al coniuge della persona della cui successione si tratta, ai figli legittimi, ai figli naturali ed, in loro  mancanza, agli ascendenti legittimi.

Pertanto, al momento del decesso il de cuius, anche se ha disposto testamento, non potrà disporre di tutto il proprio patrimonio, poiché  in presenza di  legittimari, la sua  quota disponibile è  residua, ciò che resta dell’eredità, detratta la quota di riserva, è la quota disponibile che rappresenta la quota parte di eredità che chi fa testamento può disporre a suo piacimento senza ledere i diritti dei legittimari. Il testatore, nel decidere a chi lasciare i propri beni, deve considerare la sola quota disponibile; se decide di destinare il patrimonio ereditario senza tener presente la quota di legittima o indisponibile, il testamento è considerato valido ed efficace fino a quando l’erede. o gli eredi legittimi non richiedono in giudizio la quota che la legge riserva loro.

Gli eredi legittimi sono coloro ai quali è devoluta l’eredità in assenza di testamento: il coniuge, i figli e i parenti entro il 6° grado.

Nella successione legittima l’eredità si devolve al coniuge, ai discendenti, agli ascendenti, ai collaterali, agli altri parenti ed, in mancanza, allo Stato, nell’ordine e secondo le regole stabilite negli  articoli  565 e seguenti del  codice civile. A colui che muore senza lasciare prole, né genitori, né altri ascendenti, succedono i fratelli e le sorelle in parti uguali. I fratelli e le sorelle unilaterali conseguono però la metà della quota che conseguono i germani.. Al padre ed alla madre succedono i figli, in parti uguali,  cui  sono equiparati gli adottivi, pur rimanendo estranei alla successione dei parenti dell’adottante. Quando con il coniuge concorrono i figli, il coniuge ha diritto alla metà dell’eredità, se alla successione concorre un solo figlio e ad un terzo negli altri casi.

A colui che muore senza lasciare prole, né fratelli o sorelle o loro discendenti, succedono il padre e la madre in eguali porzioni, o il genitore che sopravvive. A colui che muore senza lasciare prole, né genitori, né fratelli o sorelle o loro discendenti, succedono per una metà gli ascendenti della linea paterna e per l’altra metà gli ascendenti della linea materna. Se però gli ascendenti non sono di eguale grado, l’eredità è devoluta al più vicino senza distinzione di linea.

Il coniuge cui non è stata addebitata la separazione con sentenza passata in giudicato ha gli stessi diritti successori del coniuge non separato, inoltre al  coniuge superstite è  sempre riservato  il diritto di abitare la casa familiare.

Tabella del  consiglio nazionale del  notariato:  SUCCESSIONE LEGITTIMA ED EREDI LEGITTIMARI – QUOTE SPETTANTI  DEL PATRIMONIO  EREDITARIO  – QUOTA DI  LEGITTIMA E QUOTA DISPONIBILE DEL PATRIMONIO  EREDITARIO

Ti scongiuro non gettar via l’eroe che è in te. Mantieni sacra la tua più alta speranza
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’occasione
Nessuno può tornare indietro e ricominciare da capo, ma chiunque può andare avanti e decidere il finale.
Tutto ciò che esiste è energia.Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenerla.Non c'è altra via
Tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato
La fortuna si trova spesso nella via della ragione
Frantuma l'attimo in un milione di istanti e rendine ciascuno eterno
Il male viene fatto senza sforzo, naturalmente, è l'opera del fato; il bene è sempre il prodotto di un'arte.
Il metodo segreto per invitare la fortuna Non ti arrabbiare Non ti preoccupare Sii riconoscente Lavora duro Sii gentile con gli altri
L'audacia ha del genio, del potere, della magia. Qualunque cosa sogni di intraprendere, cominciala